DAL MONDO DELLA TECNOLOGIA ARRIVA UN PREZIOSO ALLEATO NELLA LOTTA AL COVID E AI TUTTI I VIRUS STAGIONALI

INNOVAZIONE

di Andrea Lepone

 

E4shield è una tecnologia nuova e tuttora in continua evoluzione, ma già pronta per contrastare la diffusione delle varianti di Sars-Cov-2 e dei virus respiratori più comuni.

Usata per i dispositivi intelligenti e4life, si tratta di un brevetto italiano la cui attendibilità è stata scientificamente testata, con un’efficacia certificata superiore al 90% e senza effetti collaterali per uomini e animali. Per la prima volta al mondo, infatti, siamo di fronte ad un sistema di sanificazione tramite microonde che non utilizza agenti chimici o materiali filtranti, ma si basa sulla trasmissione di onde le quali, in presenza di virus nell’ambiente, agiscono sull’equilibrio tra cariche positive, interne al nucleo, e cariche negative, che compongono il guscio del virus. La creazione di un preciso campo elettromagnetico destabilizza questo equilibrio, distruggendo l’involucro esterno del virus inattivandone, di fatto, il potere di diffusione e trasmissione da un individuo a un altro. 

L’azione sanificante è generata attraverso la propagazione istantanea di onde che, con un’intensità inferiore a quella di un comune wi-fi o smartphone, creano la “Life Cloud”, uno spazio sicuro dal contagio. A lanciare sul mercato questa tecnologia è E4life, joint venture nata tra due eccellenze globali: Elt Group, da oltre 70 anni leader mondiale nei sistemi di Difesa Elettronica, e Lendlease, specializzata in grandi progetti di rigenerazione urbana. I dispositivi intelligenti E4life, basati sulla tecnologia brevettata e4shield, sono stati scientificamente testati da diversi istituti di ricerca, come l’Ospedale Militare del Celio e l’istituto indipendente Virostatics e le molteplici pubblicazioni scientifiche hanno avvalorato l’efficacia di questa tecnologia. Tra gli studi più recenti vi è quello dell’European Society of Medicine, associazione di medici, ricercatori e professionisti provenienti da tutto il mondo, riuniti dall’obiettivo di promuovere la salute e l'equità sanitaria a livello globale. Lo studio, frutto di due anni di lavoro e ricerca, ha attestato l’efficacia della nuova tecnologia per quel che concerne l'inattivazione dei virus attraverso la propagazione di onde elettromagnetiche, osservando di conseguenza una riduzione dei contagi da virus influenzale h1n1 di circa il 90% in un’esposizione praticamente istantanea.